Giornata FAI d’Autunno. Padova ha scelto Montagnana.

Home / Eventi passati / Giornata FAI d’Autunno. Padova ha scelto Montagnana.

GIORNATA FAI D’AUTUNNO
CENTINAIA DI LUOGHI IN TUTTA ITALIA
CON VISITE A TEMA
Domenica 15 ottobre 2017
170 itinerari tematici in tutta Italia a cura dei Gruppi FAI Giovani

In Veneto da non perdere: A Venezia l’itinerario dal titolo “Venezia nascosta” che comprende la Basilica di San Pietro di Castello, la Torre di Porta Nuova dell’Arsenale della Serenissima e il Complesso del Pio Loco delle Penitenti. A Portogruaro (VE) si snoderà un percorso storico/artistico all’interno delle mura cittadine alla ricerca di opere d’arte di artisti locali in una cornice di musica e poesia. In provincia di Padova, a Montagnana, saranno aperti Palazzo Sanmicheli, il cinquecentesco Palazzo degli Uberti e l’elegante Villa Pisani Placco, progettata dal Palladio. A Belluno il FAI Giovani propone un itinerario alla scoperta del genio di Mario De Donà, in arte Eronda, artista grafico attivo nella seconda metà del ‘900. In provincia di Verona, l’appuntamento è a Lazise sul Lago di Garda, visitandone le porte, il municipio, le chiese, la dogana e la rocca e ripercorrendo le tappe che hanno portato un piccolo paese di lago ad essere il primo libero comune d’Italia. In provincia di Rovigo, protagonista Trecenta, paese di origini romane che ha attraversato tempi d’oro rimbalzando fra le proprietà del Papato e delle più nobili famiglie Ferraresi e Bolognesi che hanno dominato i loro territori. A Villaverna, provincia di Vicenza, visita guidata a Villa Ghellini Dall’Olmo, Villa Martinengo Spiller e Villa Verlato Putin. Treviso, infine, privilegia alcuni dei suoi luoghi simbolo, quali la Chiesa di san Giovanni Battista, la Sala del Capitolo del Seminario Vescovile e Ca’ Sugana, sede del Municipio. L’elenco completo degli orari e delle aperture è disponibile sul sito www.giornatefai.it

Comunicato stampa

Soffermare l’attenzione sulla piazza che attraversiamo per andare al lavoro o conoscere come vivevano i proprietari dell’elegante villa che scorgiamo dal balcone di casa. Sono modi diversi di scoprire la nostra città da punti di vista nuovi e il FAI – Fondo Ambiente Italiano ci invita a rinnovare il nostro sguardo sull’Italia partecipando, domenica 15 ottobre 2017, alla Giornata FAI d’Autunno, realizzata dai Gruppi FAI Giovani a sostegno della campagna di raccolta fondi “Ricordiamoci di salvare l’Italia”, attiva dal 1° al 31 ottobre.

«Ad ottobre, torna “Ricordiamoci di salvare l¹Italia”, la campagna nazionale di raccolta fondi per permettere al FAI di prendersi cura del patrimonio straordinario del nostro paese: domenica 15, prende il via la giornata d¹Autunno, in cui le città del Veneto insieme a quelle d¹Italia aprono i loro tesori più sconosciuti, con percorsi originali, organizzati dai Gruppi FAI Giovani- ha sottolineato Ines Lanfranchi Thomas, presiedente FAI Veneto- Partecipate perché dobbiamo conoscere, difendere e proteggere il nostro territorio. Lo possiamo fare a fianco del FAI».

In tutta Italia saranno 3.500 i volontari che accompagneranno i visitatori a seguire i percorsi tematici scelti per ogni città. Alla scoperta di luoghi inaccessibili o poco valorizzati, legati da una tematica comune – la musica, le tradizioni artigiane, il panorama urbano dall’alto – e raccontati dallo spirito entusiasta dei giovani.
MONTAGNANA (PADOVA)
Padova ha scelto quest’anno come luogo privilegiato il centro straordinario e ancora troppo poco conosciuto di Montagnana a cui il Gruppo Giovani ha rivolto la sua particolare attenzione.

Montagnana, spesso ricordata per la sua lunga cinta muraria, simbolo dello splendore medievale che però, nel XVI secolo è stata oggetto di una vera e propria rivoluzione architettonica ad opera di architetti del calibro di Michele Sanmicheli e, su tutti, Andrea Palladio.

I palazzi che straordinariamente verranno aperti e che tutti sono invitati a visitare sono i seguenti: Palazzo Sanmicheli, costruito a partire dal 1537 su progetto appunto del famoso architetto Michele Sanmicheli, e che oggi è la sede del Comune. Del disegno originale rimangono il pian terreno porticato, caratterizzato da volte e crociera e decorato con mascheroni posti sulle chiavi di volta degli archi, e lo slancio verticale della facciata. Nel 1671, l’attuale sala del consiglio comunale fu ampliata e decorata con un soffitto ligneo cassettonato e decorato ad intaglio, eseguito da Marcantonio Vanin. [orario 10:00 – 18:00 (ultimo ingresso 17:30)]

Villa Pisani – Placco, commissionata da Francesco Pisani venne completata entro il 1555. Progettata dal Palladio per dare a Francesco Pisani il suo palazzo alle porte della città è uno dei massimi esempi di architettura cinquecentesca, tanto da essere raffigurata all’interno dei celebri “Quattro libri dell’architettura” del grande architetto. La facciata principale si presenta come un blocco compatto rotto solo dai due ordini di colonne posti al centro. Il timpano ospita due vittorie alate che reggono lo stemma della famiglia Pisani, ricordata anche dall’iscrizione del cornicione. Diversamente, la facciata verso il giardino è caratterizzata da un portico al pian terreno e da un loggiato al piano superiore, rendendo il tutto estremamente arioso ed aperto. Di particolare pregio sono le quattro statue raffiguranti le stagioni realizzare da Alessandro Vittoria, collocate nelle nicchie del salone di accesso. [orario 10:00 – 18:00 (ultimo ingresso 17:30)]
Palazzo degli Uberti la cui costruzione può essere collocata all’inizio della rinascita cinquecentesca di Montagnana. Della costruzione originaria rimane solo il soffitto dell’ingresso, caratterizzato da una modesta decorazione pittorica arricchita da piccoli stemmi. Alla fine del Settecento la proprietà del palazzo passa alla famiglia Foratti, i quali, seguendo la moda del XIX secolo, commissionano l’esecuzione di pitture murali a tempera per il salone del piano superiore, di cui si possono apprezzare le caratteristiche tecniche della realizzazione, grazie anche ad un recente restauro.
I visitatori saranno accompagnati da giovani esperti che faranno gustare la bellezza artistica e storica di questi stupendi quanto poco conosciuti edifici. [orario 10:00 – 18:00 (ultimo ingresso 17:30)]

Per informazioni: www.giornatefai.it; www.fondoambiente.it; tel. 02 467615399
L’edizione 2017 di Giornata FAI d’Autunno è possibile grazie al contributo di CityLife, per il secondo anno sponsor dell’iniziativa per la regione Lombardia, di Gruppo Hera, una delle principali multiutility italiane che eroga servizi ambientali, idrici ed energetici in oltre 350 Comuni del centro-nord Italia che sarà al fianco della Fondazione in qualità di sponsor per la città di Bologna e di DHL Express Italy, che come logistic partner, garantirà la movimentazione di tutti i materiali durante l’evento.

Con il Patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e di Responsabilità Sociale Rai. Con la media partnership di Rainews 24 e Rai TGR.

Grazie a Province, Comuni, Soprintendenze, Università, Enti Religiosi, Istituzioni Pubbliche e Private, ai privati cittadini e a tutte le aziende che hanno voluto appoggiare la Fondazione, oltre alle 120 Delegazioni, ai 92 Gruppi FAI e ai 86 Gruppi FAI Giovani, e alle migliaia di volontari che con il loro lavoro capillare e la loro collaborazione rendono possibile l’evento.

Per informazioni: www.giornatefai.it; www.fondoambiente.it; tel. 02 467615399