I Concerti Brandenburghesi di Johann Sebastian Bach per il secondo appuntamento dei Concerti della Domenica dei Solisti Veneti

Home / Eventi passati / I Concerti Brandenburghesi di Johann Sebastian Bach per il secondo appuntamento dei Concerti della Domenica dei Solisti Veneti

Programma
I BRANDENBURGHESI DI BACH (Prima serie)
– Concerto in sol maggiore n. 4 BWV 1049
– Concerto in fa maggiore n. 2 BWV 1047
– Concerto in fa maggiore n. 1 BWV 1046

Presenta una delle pagine più elevate e straordinarie della musica di tutti i tempi – i famosissimi Concerti Brandenburghesi di Johann Sebastian Bach – il secondo appuntamento de “I Concerti della Domenica”, de “I Solisti Veneti” diretti da Claudio Scimone che avrà luogo Domenica 15 ottobre alle ore 11, a Padova all´Auditorium “Pollini”. Per il 15 ottobre, “I Solisti Veneti” eseguiranno i Concerti n. 4 per violino, due flauti e archi, n. 2 per tromba, flauto, oboe, violino e archi e n.1 per due corni, tre oboi, violino e archi. I Concerti strumentali rappresentano secondo la musicologia il “Bach italiano” cioè la parte importantissima della produzione del “Cantor” influenzata dal suo studio dei compositori veneti Vivaldi e Albinoni, mentre il Bach più propriamente tedesco è quello sterminato delle opere organistiche , delle “Passioni” e delle Cantate vocali.. I Concerti Brandenburghesi furono dedicati dall’Autore al Margravio Christian Ludwig di Brandeburgo il 24 marzo 1721. Questo spiega la loro attuale denominazione, che tuttavia fu introdotta non da Bach ma da Philipp Spitta, primo biografo di Bach, nel 1879. Bach li denominò solamente “Concerti per più strumenti”;infatti in questo ciclo i Concerti presentano ciascuno un’organico strumentale diverso, confermando una volta di più la mirabile fantasia creativa del grande compositore tedesco. Stupisce sapere che con tutta probabilità a Köthen essi non furono mai eseguiti, un po’ perché l’organico strumentale della Cappella Musicale di Corte era piuttosto piccolo, ma molto più perché la scrittura strumentale di questi concerti presenta eccezionali difficoltà esecutive soprattutto per la tromba. È scrittura da grandi virtuosi! Vi è ampio spazio per le acrobazie strumentali dei popolari solisti del Gruppo Veneto da Lucio Degani (violino e , nel n. 1 “violino piccolo” probabilmente uno di quegli strumenti quasi tascabili che producevano un suono molto più acuto del violino normale), Francesco Comisso (violino) a Paolo Grazia (oboe) , Clementine Hoogendoorn (flauto), Stefano Pignatelli e Sergio Boni (corni), Roberto Giaccaglia (fagotto) e Roberto Rigo (tromba). Inesauribile fantasia timbrica e straordinaria bellezza tematica caratterizzano queste pagine immortali di smagliante smalto barocco e di elegante e sontuosa nobiltà. Non c´è movimento, non c´è battuta , nei quali non brillino un genio ed una bellezza mai prima uditi, mai dopo eguagliati.

“I Concerti della Domenica”, ideati da “I Solisti Veneti” nel 1966, sono rassegna di indubbia originalità nata per coniugare ad un non mai trascurato intento autenticamente culturale altri importanti obiettivi, primo fra i quali quello di raggiungere quelle fasce di pubblico che difficilmente potrebbero partecipare ai normali concerti serali. Le famiglie con bambini e gli anziani, ma non solo, sono così da sempre il pubblico privilegiato ed entusiasta di tali concerti, pubblico favorito dall’orario delle manifestazioni – alle ore 11 della domenica mattina – e soprattutto dal carattere dei concerti che tanto nella formulazione dei programmi quanto durante le esecuzioni abbandonano ogni rigido formalismo per rivestirsi di vivace familiarità, grazie ad esempio agli interventi con i quali puntualmente Claudio Scimone introduce ed illustra le varie composizioni. Coronati da un successo di pubblico che in tanti anni non ha mai conosciuto flessioni “I Concerti della Domenica” hanno attirato su di sé, e a più riprese, anche l’attenzione delle principali Radio e Televisioni italiane e straniere e sono stati imitati in molte fra le più importante città italiane.

Ingresso: Biglietti a PADOVA presso Gabbia (Via Dante, 8 – tel. 049 8751166), Coin Ticket Store (Via Altinate 16/8, 3° piano – tel. 049 8364084), Ente “I Solisti Veneti” (Piazzale Pontecorvo 4/a – tel. 049 666128, e-mail: info@solistiveneti.it)