I Concerti della Domenica. I Solisti Veneti con la partecipazione dell’Orchestra I Polli(ci)ni

Home / Eventi passati / I Concerti della Domenica. I Solisti Veneti con la partecipazione dell’Orchestra I Polli(ci)ni

Programma
GLUCK – Ouverture da “Alceste”
OFFENBACH – Ouverture da “Orphée aux Enfers”
STRAUSS – “Egyptischer-Marsch” op. 335
STRAUSS – “Feuerfest!” Polka op. 269
ANDERSON – “The Syncopated Clock”
SIMONS – “The peanut Vendor”
AUTORI VARI – “Concertino 007”

Vivissima l’attesa per il concerto delle ore 11 di Domenica 22 ottobre 2017 all´Auditorium “Pollini” di Padova: il tradizionale e seguitissimo concerto nel quale “I Solisti Veneti” diretti da
Claudio Scimone suonano con “I Polli(ci)ni” la meravigliosa orchestra composta dai più giovani allievi del Conservatorio, fra gli 8 e i 16 anni, nata per iniziativa di alcuni docenti che alla
formazione e alla vita di questa orchestra dedicano gran parte della loro attività: gli “storici” sono Fabrizio Scalabrin, Bruno, Beraldo e Serena Bicego, docenti di strumenti ad arco, ai quali si è
aggiunto recentemente Marco Bertona per i fiati, col determinante appoggio del Direttore M.o Leopodo Armellini e dei docenti dei singoli strumenti. “I Polli(ci)ni” sono costituiti in Associazione
senza scopo di lucro formata dai genitori degli allievi della quale è Presidente la Dottoressa Valentina Cremona.
“I Solisti Veneti” e i giovanissimi suonano insieme e si divertono tanto tutti, proprio tutti, compreso il Direttore Claudio Scimone, che è anche Presidente onorario dei “Pollicini”. Un cocktail
irresistibile di simpatia e di divertimento che si estende al programma, sempre frizzante e ricco di sorprese e che – insieme all´irrefrenabile vivacità di tanti giovani studenti e a simpaticissime e
trovate sceniche che costellano le esecuzioni – rende questa manifestazione unica e imperdibile.
Il programma inizia con la maestosa e splendente Ouverture dell´”Alceste” di Gluck e rende poi subito omaggio al grande simbolo del potere pacificatore della musica, Orfeo” nell’
Ouverture della parigina ’ Opéra Comique “Orphée aux Enfers” di Offenbach che si divide in due parti ben distinte, altissima poesia e stupende melodie quando descrive l’alato appassionato
canto di Orfeo, cioè la musica, che vuole richiamare in vita dagli Inferi Euridice cioè la spiritualità, la pace e l’amore, lo spirito comico nella seconda parte perchè l’assalto ebbro delle Baccanti a
Orfeo prende un aspetto giocoso culminato nel tema scatenato del Can Can. Si potrà poi divertirsi con Johann Strauss ( “Egyptischer Marsch” e la Polka “Feuerfest”,Fuochi d´artificio) e ancora
con l´esilarante “Orologio Sincopato” di Anderson, con “Il Venditore di arachidi” di Simons ed infine con un trascinante Medley di Autori Vari composto con i temi più famosi di 007 e certo con
bis popolari e scatenati.
Al di là della gioia dell’ascolto e dello spettacolo resterà l’ammirazione per docenti e bravissimi allievi che dimostreranno una volta di più la fondamentale importanza educativa della
musica (mai adeguatamente riconosciuta nel nostro Paese) che ha un’immensa influenza tonica sullo sviluppo fisiopsichico dei giovani, sviluppa in pari modo i due emisferi cerebrali, contribuisce
a tenerli lontani dalla droga e, con la pratica d’insieme orchestrale, li abitua nella gioia ad una disciplina ferrea, al rispetto delle gerarchie interne (che nell’orchestra sono rigorosamente definite)
e alla collaborazione attiva per uno scopo comune che è quello di affermare la loro personalità dando a chi ascolta un messaggio di pace e di serenità.
“I Concerti della Domenica”, ideati da “I Solisti Veneti” nel 1966, sono rassegna di indubbia originalità nata per coniugare ad un non mai trascurato intento autenticamente culturale e ad un ampio richiamo popolare altri importanti obiettivi, primo fra i quali quello di raggiungere quelle fasce di pubblico che difficilmente potrebbero partecipare ai normali concerti serali. Le famiglie con bambini e gli anziani, ma non solo, sono così da sempre il pubblico privilegiato ed entusiasta di tali concerti, pubblico favorito dall’orario delle manifestazioni – alle ore 11 della domenica mattina – e soprattutto dal carattere dei concerti che tanto nella formulazione dei programmi quanto durante le esecuzioni abbandonano ogni rigido formalismo per rivestirsi di vivace familiarità, grazie ad esempio agli interventi con i quali puntualmente Claudio Scimone introduce ed illustra le varie composizioni. Coronati da un successo di pubblico che in tanti anni non ha mai conosciuto flessioni “I Concerti della Domenica” hanno attirato su di sé, e a più riprese, anche l’attenzione delle principali Radio e Televisioni italiane e straniere e sono stati imitati in molte fra le più importante
città italiane.

Ingresso: Biglietti a PADOVA presso Gabbia (Via Dante, 8 – tel. 049 8751166), Coin Ticket Store (Via Altinate 16/8, 3° piano – tel. 049 8364084), Ente “I Solisti Veneti” (Piazzale Pontecorvo 4/a –
tel. 049 666128, e-mail: info@solistiveneti.it) e al botteghino prima del concerto.