Centenario della Grande Guerra ad Abano Terme

Home / Eventi in evidenza / Centenario della Grande Guerra ad Abano Terme

Durante la Grande Guerra Abano assurse inaspettatamente a un ruolo di assoluto rilievo. A quei tempi si trattava di un paese ancora povero, con poco più di cinquemilaseicento abitanti e una decina di alberghi; l’attività prevalente era quella agricola. Dal 1915 al 1917 Abano, che si chiamava ancora Bagni e non Terme, si trasformò in un grande ospedale di riserva per soldati
feriti e ammalati che venivano accolti nelle ville e negli alberghi requisiti. In quel breve torno di tempo vi morirono centoventisette militari. Peraltro, proprio grazie alla presenza dell’esercito, la località conobbe importanti progressi quali la realizzazione dell’acquedotto (una piccola rete a uso sanitario) e l’installazione della illuminazione elettrica lungo le principali strade.
Dopo la disfatta di Caporetto la situazione mutò e diversi comandi e uffici militari si trasferirono nel centro termale. L’Hotel Trieste (attuale Trieste & Victoria), ospitò il Comando Supremo dell’Esercito Italiano.
L’Hotel Orologio, di proprietà della famiglia Trieste, fu sede della mensa ufficiali nonché luogo di soggiorno per gli ospiti del Comando Supremo. Qui il Generale Armando Diaz invitò a cena Gabriele D’Annunzio e i piloti del volo su Vienna dopo la celebre impresa. All’Hotel Molino (oggi Ariston Molino) era installata la tipografia che stampò i volantini lanciati sulla capitale austriaca. A Villa Moro Malipiero-Rigoni Savioli, si insediò il Comando dell’Artiglieria e del Genio. Per evitare che potesse essere facile bersaglio dei bombardieri nemici, l’edificio venne mimetizzato dipingendo di colore scuro le facciate esterne. Nella vicina località di Monteortone, nell’ex convento agostiniano oggi sede della Casa Religiosa di Ospitalità “San Marco”, vennero infine sistemati gli uffici dell’Ordinamento e Mobilitazione e dei Servizi tecnici.
Le iniziative volte a sensibilizzare la cittadinanza, sono molteplici. A partire dal prossimo mese di aprile si terranno delle conferenze – incontro, con cadenza settimanale, con autori di libri e storici, su aspetti legati e caratterizzati dal nostro territorio. Per porre l’attenzione sul ruolo assunto da Abano Terme sia come luogo di ricovero ospedaliero (gli alberghi sono stati
trasformati in ospedali) sia come insediamento del Comando Generale di Diaz, si allestirà a partire dal 28 aprile fino al l’1 maggio 2018 una rievocazione storica che vede la collaborazione di più attori.

Il programma degli appuntamenti