Dai Colli all’Adige. Per chi ama viaggiare alla scoperta di luoghi meno conosciuti.

Home / Eventi passati / Dai Colli all’Adige. Per chi ama viaggiare alla scoperta di luoghi meno conosciuti.

A sud della provincia di Padova, a soli 70 chilometri da Venezia, l’area che si estende dai Colli Euganei fino al fiume Adige custodisce uno straordinario patrimonio fatto di storia, cultura e tradizioni che si unisce a una sorprendente ricchezza in termini paesaggistici e naturalistici.

Circa 1.000 chilometri quadrati di territorio in cui le colline di origine vulcanica che compongono il Parco regionale dei Colli Euganei, con i loro inconfondibili volumi conici dalla geometria quasi perfetta risalenti a oltre 40 milioni di anni fa, si stagliano nel cuore di una fertile pianura che si estende fino all’Adige, caratterizzata da una campagna pressoché incontaminata e attraversata da corsi d’acqua e canali, dove la terra scandisce, attraverso colori e profumi, il passaggio delle stagioni.

Nei mesi di giugno e luglio grazie le visite guidate gratuite – visite, escursioni a piedi e itinerari cicloturistici – del progetto #DaiColliallAdige accompagneranno saranno un’occasione unica per scoprire i Colli Euganei e la Bassa Padovana accompagnati dalle guide esperte del territorio.

Monselice, 5 giugno 2018 – Per chi viaggia per visitare luoghi spesso meno conosciuti, al di fuori dei circuiti turistici di massa e dei percorsi più battuti, per godere di un tempo più dilatato e rilassato, per scoprire il territorio rispettandolo, conoscendone gli abitanti e il paesaggio, l’arte e la storia, la cultura e le tradizioni, il Veneto offre molte possibilità e l’area che va dai Colli all’Adige è una di queste.

Grazie al progetto #DaiColliallAdige – il nuovo sistema di promozione del turismo rurale che coinvolge i Comuni dell’area tra i Colli Euganei e la Bassa Padovana – è adesso possibile scoprire questi luoghi grazie a un ricco calendario di appuntamenti con le visite guidate gratuite a cura delle guide esperte del territorio che, tra giugno e luglio, accompagneranno il pubblico alla scoperta dei Colli Euganei e della Bassa Padovana. Questa iniziativa, volta a favorire la conoscenza e la promozione dei luoghi d’interesse turistico del territorio, è destinata sia ai residenti sia a i turisti e prevede una serie di itinerari culturali e percorsi di visita tematici a cura di guide turistiche e naturalistiche, pensati per raccontare e fare scoprire il ricchissimo patrimonio custodito in queste aree.

Per essere sempre informati sulle iniziative in programma e prenotare il proprio posto è possibile consultare il calendario delle visite guidate sul sito collieuganei.it: uno strumento semplice e intuitivo a disposizione del pubblico per facilitare la partecipazione agli appuntamenti con le visite guidate proposte dal GAL Patavino.

Questo il calendario degli appuntamenti in programma nel mese di giugno.

Sabato 9 giugno
Civiltà di Villa a confronto: Villa Pojana a Pojana Maggiore (VI) e Villa Correr a Casale di Scodosia (PD). Una doppia visita guidata all’elegantissima Villa Pojana – progettata da Andrea Palladio per Bonifacio Pojana – e a Villa Correr, emblema dello splendore veneziano in terraferma.
Trekking tour sul Monte Cinto: Storie di cave e di briganti. Itinerario alla scoperta dei sentieri del Monte Cinto (Cinto Euganeo, PD) per secoli solcati da cavatori, tagliatori e scalpellini.

Domenica 10 giugno
Arqua’ Petrarca (PD) e il suo Oratorio. Dell’Oratorio Santissima Trinità – molto caro al Petrarca – si hanno notizie certe a partire dal 1181. L’Oratorio, che nel Trecento fu ingrandito e affrescato, si presenta con una struttura di impianto romanico a un’unica navata con travature scoperte e tetto a capanna. All’interno sono custoditi, tra gli altri, l’altare ligneo seicentesco con la pala di Palma il Giovane e il polittico di Jacobello di Bonomo risalente al 1370.
Bike tour nella terra dei Carraresi: Due Carrare, Cartura, Pernumia e San Pietro Viminario (PD) . Due Carrare, culla della dinastia dei Carraresi che vi avevano costruito un castello e finanziato la costruzione dell’Abbazia di Santo Stefano. Sempre i Carraresi, furono promotori della costruzione dei primi mulini di Pontemanco (uno di questi ancora visibile). Lungo gli argini dei corsi d’acqua si arriverà al Ponte di Riva, per proseguire poi per Cartura tra architetture civili e religiose come la chiesa di Santa Maria Assunta e le numerose dimore veneziane. Al termine del tour visita a San Pietro in Viminario – che deve il suo nome all’antica lavorazione del vimine – e a Pernumia, che ha dato i natali al celebre Angelo Beolco detto il Ruzante.

Domenica 10 e 24 giugno
Bike tour tra Ville e Argini: Barbona, Sant’Urbano, Vescovana (PD). Un itinerario tra arte e natura che tocca la Rotta Sabbadina a Sant’Urbano, i resti dell’antico ponte di legno a Barbona e Villa Pisani a Vescovana.

Giovedì 14 giugno
Civiltà di Villa a confronto: Villa Cordellina Lombardi a Montecchio Maggiore (VI) e Villa Correr a Casale di Scodosia (PD). Visita guidata a Villa Cordellina Lombardi, raffinata opera architettonica di Giorgio Massari che conserva pregevoli affreschi del Tiepolo nel salone d’onore e a Villa Correr, emblema dello splendore veneziano in terraferma.
Villa Pisani, il Bisatto e i Pisani a Monselice. Una visita notturna a Villa Pisani per ammirare interni ed esterni di questa signorile Villa di campagna che Francesco Pisani di Zuanne commissionò nel 1556.

Sabato 16 giugno
Trekking tour a Baone (PD): da Valle San Giorgio a Villa Beatrice sul Monte Gemola. Un itinerario che conduce alla cima del Monte Gemola dove si trova Villa Beatrice, l’antico monastero della Beata Beatrice d’Este, ora divenuto sede del Museo Naturalistico dei colli Euganei.

Sabato 16 e 23 giugno
Chiese e Santuari di campagna: il Tresto a Ospedaletto Euganeo (PD) e la Ciesazza a Ponso (PD). Una visita al complesso del Santuario del Tresto – luogo della miracolosa apparizione mariana al barcaiolo Giovanni di Bartolomeo Zielo da Ponso la notte del 21 settembre 1468 – e alla Chiesa di Santa Maria dei Prati, detta “Ciesazza” di Ponso che conserva dei bellissimi affreschi del tardo ‘300 e ‘400.

Domenica 17 giugno
Bike tour tra Ville e oratori: Merlara, Urbana, Casale di Scodosia, Castelbaldo (PD). Percorso cicloturistico tra Ville e piccole pievi della Bassa padovana. Si parte da Villa Correr a Casale di Scodosia per poi raggiungere l’ex Monastero di San Salvaro, Villa Barbarigo a Merlara, la Chiesetta della Madonna della Neve a Castelbaldo.

Mercoledì 20 giugno
Il fascino neogotico di Villa Draghi a Montegrotto Terme (PD): un racconto tra storia e natura. Isolata sul Monte Alto, Villa Draghi offre una splendida vista sul panorama circostante. Riedificata a metà ‘800 dallo Scapin in stile neogotico per salvarla dall’abbandono e dal degrado, rappresenta l’ultima testimonianza della civiltà della villa veneta.

Giovedì 21 giugno
I Barbarigo tra fascino e potere a Villa Barbarigo a Noventa Vicentina (VI) e i Giardini di Valsanzibio a Galzignano (PD). Visita guidata alla scoperta della potente famiglia dei Barbarigo con le sue proprietà a Noventa Vicentina con la Villa – oggi sede del Comune – decorata con affreschi di Antonio Vassillacchi detto l’Aliense, e a Galzignano Terme con Villa Barbarigo,

Sabato 23 giugno
Trekking tour a Galzignano (PD): I boschi della Cingolina. Itinerario nei boschi, fitti ed ombrosi, che ricoprono i fianchi della Val Cingolina.

Domenica 24 giugno
I Pisani a Vescovana: visita a Villa Pisani e al suo Parco. Costruita dal Cardinale Francesco Pisani, Vescovo di Padova all’inizio del 1500, Villa Pisani rimase di proprietà della famiglia Pisani di Santo Stefano – la stessa che edificò la Villa Pisani di Stra nel 1700 – fino al 1900, quando morì l’ultima Contessa Pisani, Evelina van Millingen Pisani.
Il progetto: #daiColliall’Adige è il nuovo sistema di promozione del turismo rurale che coinvolge 46 Comuni dell’area tra i Colli Euganei e la Bassa Padovana.
Il Progetto che s’inserisce nell’ambito del Programma di Sviluppo Locale 2014-2020 del GAL Patavino è sostenuto dal Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (con Unione Europea, Stato, e Regione Veneto) e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.

Il sistema di promozione #daiColliall’Adige è articolato in una serie di servizi collegati tra loro a beneficio di tutto il territorio rurale:
Video Service della ruralità: un gruppo di giovani under 35 – aspiranti registi, artisti, operatori, studenti, appassionati di cinema – che hanno l’occasione di partecipare a una master con il regista Marco Segato, un laboratorio di idee che porterà alla produzione di tre video postcards che promuovano in modo innovativo e creativo il territorio, ma anche un’occasione per i giovani
Web team: un team specializzato per veicolare il meglio della ruralità sul sito www.collieuganei.it e i Social collegati;
Sportello degli educational tour: un’esperienza diretta della ruralità con iniziative costruite ad hoc;
Banca ore delle guide turistiche: guide turistiche accolgono i visitatori alla scoperta di un territorio che va dai Colli Euganei all’Adige;
Turismo didattico sull’identità rurale: ragazzi e famiglie, grazie all’implementazione di tre modelli di turismo didattico esperienziale, sono coinvolti sul tema delle risorse locali.
Info
Gal Patavino scarl
Via S. Stefano Sup., n.38 35043 Monselice (PD)
Tel. 0429/784872 – Fax. 0429/784972
info@galpatavino.it
galpatavino.it

Per info e approfondimenti sui contenuti
collieuganei.it
tur-rivers.it
tur-rivers-vighizzolo.it
monseliceturismo.it
montagnanamurabilia.it
comune.este.it

Iniziativa finanziata dal Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2014-2020
Organismo responsabile dell’informazione: GAL Patavino
Autorità di gestione: Regione del Veneto – Direzione AdG FEASR Parchi e Foreste