Incontri di storia dell’arte. Le vite di Tiziano. A cura del FAI Fondo Ambiente Italiano

Home / Eventi passati / Incontri di storia dell’arte. Le vite di Tiziano. A cura del FAI Fondo Ambiente Italiano

Incontri di Storia dell’arte
LE VITE DI TIZIANO
febbraio – giugno 2019

Prossime lezioni:  giovedì 18 aprile “Tiziano tra le corti di Mantova e Urbino”;  giovedì 2 maggio Lo scontro con i “demoni etruschi”

Musei Civici agli Eremitani, Sala del Romanino
Piazza Eremitani 8, Padova

Il pieghevole

Il corso, articolato in 18 lezioni pomeridiane, si svolge a cadenza settimanale: iniziato a febbraio prosegue fino a giugno 2019, presso la Sala del Romanino dei Musei Civici agli Eremitani a Padova, è incentrato sulla figura e l’opera di Tiziano, illustre maestro del Rinascimento allievo di Giorgione, maestro del pittore tonale nonché accorto imprenditore di se stesso direttamente in contatto con potenti dell’epoca: da Alfonso I d’Este all’imperatore Carlo V, da papa Paolo III Farnese a Filippo II re di Spagna. Un rinnovamento della pittura il suo, alternativo al michelangiolesco “primato del disegno”, che si basa su un nuovo uso del colore e della luce, ispirato alle suggestioni della pittura antica.

La formula delle lezioni, ormai consolidata, si fonda sulla ricostruzione biografica dell’artista: a raccontare, di puntata in puntata, la vita e le opere di Tiziano è una compagnia di specialisti, costituita da dottorandi e ricercatori delle Università di Padova e di Milano, e da attori provenienti dalla Scuola del Teatro Piccolo di Milano, gli ultimi formatisi con Luca Ronconi, ovvero Livia Rossi, Marco Risglione e Yasmin Karam. Ogni lezione – costruita come una partitura in un dialogo tra momenti di narrazione e di recitazione – viene accompagnata da immagini realizzate in gran parte dal fotografo padovano Mauro Magliani, per condurre il pubblico alla piena comprensione dell’artista.

Il percorso toccha i momenti salienti della vita dell’artista e le opere più rilevanti: dalla decorazione del Fondaco dei Tedeschi a Venezia, che lo vide impegnato accanto a Giorgione, della Scuola del Santo a Padova, in cui la vivacità del racconto, il senso naturale del paesaggio e la psicologia dei ritratti mostravano già il superamento degli insegnamenti del maestro. Vengono analizzate anche le altissime commissioni per le corti di Mantova, Ferrara e Urbino, come i Baccanali dipinti nel 1518-19 per Alfonso I d’Este, e la svolta successiva al 1540 per lo “scontro” con le forme di manierismo che arrivavano da Roma, dalla Toscana e dall’Emilia.

È possibile iscriversi prima dell’inizio delle lezioni
oppure presso la Delegazione FAI di Padova in via Vallaresso 32 (martedì e giovedì dalle ore 17 alle 19)
oppure contattando il numero 02/467615388-349 – faiarte@fondoambiente.it

Il FAI è già presente dal 2005 sul territorio patavino con Villa dei Vescovi a Luvigliano di Torreglia, raffinata villa di inizio Cinquecento, grazie alla donazione di Maria Teresa Olcese Valoti e Pierpaolo Olcese. Ispirata ai temi della classicità e inserita nel paesaggio dei Colli Euganei, fu edificata per il soggiorno estivo dei vescovi padovani. Opera sublime di celebri architetti, tra cui Giulio Romano, e decorata dal pittore fiammingo Lambert Sustris, la villa è un raffinato esperimento della cultura umanista in cui architettura e natura si fondono negli spazi delle logge e delle terrazze per realizzare il benessere dell’uomo.
Per il triennio 2018-2020 le attività di valorizzazione di Villa dei Vescovi sono sostenute da Epta, azienda già vicina al FAI da molti anni e conosciuta sul territorio grazie ai suoi marchi Costan ed Eurocryor.
Per informazioni: www.villadeivescovi.it

Il corso è realizzato in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova, con le Università degli Studi di Milano e di Padova e con il Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa.
Si ringrazia l’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova per la gentile concessione della Sala del Romanino presso i Musei Civici agli Eremitani.
Il corso si svolge grazie al generoso contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.

Date e orari: da giovedì 21 febbraio a giovedì 27 giugno 2019, dalle ore 17.30 alle 18.45, Sala del Romanino, Musei Civici agli Eremitani, Piazza Eremitani 8, Padova.

Costo delle lezioni:
– Non iscritti FAI: € 189 (comprensiva della quota ordinaria di iscrizione alla Fondazione)
– Iscritti FAI: € 150
– Iscritti FAI Giovani (fino ai 25 anni): € 85
– Studenti dell’Università di Padova (Dipartimento dei Beni culturali: archeologia, storia dell’arte, del cinema e della musica), del corso di laurea triennale in Storia e tutela dei Beni Artistici e Musicali e del corso di laurea magistrale in Storia dell’arte – ai quali saranno riservati 30 posti – gratuito. Il corso sarà valido per il conseguimento di crediti formativi.
Lezione singola (previa disponibilità di posti a sedere): € 10; Studenti € 5.

Per iscrizioni e informazioni: tel. 02.467615388-349; faiarte@fondoambiente.it; www.fondoambiente.it