Comune di Piove di Sacco | Scene di paglia. Festival dei Casoni e della acque

Home / Reti territoriali / Comune di Piove di Sacco | Scene di paglia. Festival dei Casoni e della acque

Denominazione rete: SCENE DI PAGLIA. FESTIVAL DEI CASONI E DELLE ACQUE
Comune capofila: Piove di Sacco
Altri comuni coinvolti: Arzergrande, Codevigo, Conselve, Legnaro e Sant’Angelo di Piove di Sacco
Periodo di riferimento: 16 giugno – 01 luglio 2018

 

Descrizione
S/RADICAMENTI. Sentirsi parte di un territorio senza inciampare nella retorica delle radici. Raccontarsi ma attraverso lo sguardo degli altri. Riconoscersi in chi arriva e le proprie radici ha dovuto strapparle, in chi parte e scopre solo così di averne. Perché sradicarsi implica la messa a nudo delle radici, il loro estremo riconoscimento. In questo senso, ogni sradicamento è sempre anche un radicamento, il  distacco da una terra porta a guardarla da fuori, ad appropriarsene nell’abbandono. E cosa vuol dire oggi cercare, romanticamente, l’universale in ciò che è locale e viceversa? Si può ancora tenere i piedi ben piantati a terra e la testa fra le nuvole? Convinti che l’arte possa aiutare a comprendere i cambiamenti in atto, continuiamo anche attraverso il teatro a interrogare le tensioni e le dinamiche che stanno attraversando il nostro presente trasformandolo. Sentirsi parte di un territorio senza inciampare nella retorica delle radici. Raccontarsi ma attraverso lo sguardo degli altri. Riconoscersi in chi arriva e le proprie radici ha dovuto strapparle, in chi parte e scopre solo così di averne. Perché sradicarsi implica la messa a nudo delle radici, il loro estremo riconoscimento. In questo senso, ogni sradicamento è sempre anche un radicamento, il distacco da una terra porta a guardarla da fuori, ad appropriarsene nell’abbandono. E cosa vuol dire oggi cercare, romanticamente, l’universale in ciò che è locale e viceversa? Si può ancora tenere i piedi ben piantati a terra e la testa fra le nuvole? Convinti che l’arte possa aiutare a comprendere i cambiamenti in atto, continuiamo anche attraverso il teatro a interrogare le tensioni e le dinamiche che stanno attraversando il nostro presente trasformandolo.

www.scenedipaglia.net

IL PROGRAMMA